L’ombelico di fuori – Riepilogo del quartiere Porto-Saragozza

Bologna, 6 mag. – Il quartiere Porto-Saragozza racchiude al suo interno alcuni luoghi sui quali si deciderà il destino dell’intera città. Le aree ferroviarie dismesse, con lo stabilimento delle ex Ogr, dove Afeva chiede di riportare nella sua interezza il museo della memoria costruito dai lavoratori; l’ex scalo merci Ravone, pronto a rinascere con il progetto ‘DumBo’. Poi i Prati di Caprara Est, ex area militare ampiamente rinaturalizzata e inserita nel Poc di rigenerazione di patrimoni pubblici. Proprio la fascia urbana che si stringe tra i Prati e le mura è una delle più inquinate di Bologna: qui si è mobilitato il comitato genitori dell’Ic 18, dando il via alla seconda campagna Aria Pesa per monitorare i livelli di biossido di azoto nei pressi delle scuole.

Porto-Saragozza è anche un quartiere dove lo sport è protagonista nella sua pratica – lo stadio Dall’Ara e il PalaDozza – e nel tifo: basti prendere ‘A Skeggia’, in via Andrea Costa, sede dei Forever Ultras. Il patto di collaborazione tra associazione e Comune scade a luglio ed è rinnovabile, ma i tifosi ora si pongono l’obiettivo di provare a gestire l’intera area, dando vita a un distretto dello sport popolare. Alle pendici dei colli, in via Felice Battaglia, è intanto iniziata la demolizione delle Scuole Carracci, 9 anni dopo la chiusura dell’edificio per problemi di stabilità al tetto. La nuova struttura tornerà a sorgere proprio affianco al torrente tombato Ravone, che Arpa tiene sotto osservazione da anni per valutare i rischi in caso di esondazione.

Infine, il centro, che abbiamo definito “il quadrante dei diritti”. Quello alla cultura con la Manifattura delle Arti, ai diritti lgbt con il Cassero, diritto al lavoro alle sedi di Cgil e Cisl, allo sport e all’abitare. Ma anche quadrante di ordinanze: tra via Milazzo, i Giardini Graziella Fava e la piccola area verde di via Boldrini, il sindaco Virginio Merola ne ha firmata una anti alcool e degrado che prevede la chiusura alle 21 dei negozi di vicinato e dei laboratori artigianali. Tutto partito dalle segnalazioni dei residenti, che da tempo denunciano come le attività di spaccio si siano spostate dalla Montagnola, proprio qui.

      L'ombelico di fuori - riassunto Porto-Saragozza

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.