L’ombelico di fuori – Dibattito sul quartiere Porto-Saragozza


Bologna, 8 mag. – L’ultima puntata dedicata al quartiere Porto-Saragozza si chiude con il consueto dibattito tra il presidente Lorenzo Cipriani, il consigliere di Quartiere Fausto Tomei per Coalizione Civica e il consigliere comunale di Forza Italia Francesco Sassone. Al centro, i Prati di Caprara, sui quali la proprietà Invimit ha recentemente risollevato l’ipotesi di costruire un outlet, non tenendo però conto dell’esito dell’istruttoria pubblica. Se le opinioni sono concordi sulla tutela di almeno una parte del verde e sul rispetto degli attuali strumenti urbanistici a disposizione, da una parte Tomei confida si possa ridiscutere la possibilità di lasciare l’area “completamente naturale”, mentre il consigliere forzista appoggia l’edificazione della scuola e degli alloggi popolari, perché “Bologna ha delle esigenze abitative da valutare”; Cipriani si dice “convinto che il sindaco Merola darà fede all’esito dell’istruttoria pubblica”.

Intervenuti sul progetto del tram, che attraverserà anche il quartiere Porto-Saragozza, il presidente e i consiglieri hanno poi discusso delle future scuole Carracci e della situazione di degrado che i cittadini segnalano ai Giardini Fava e via Boldini. “In quest’ultimo periodo la situazione si è aggravata – ha denunciato Sassone – perciò al di là delle ordinanze anti-alcool è necessario un presidio fisso anche da parte della Polizia locale”. A questo proposito Cipriani ha quindi annunciato che “entro la fine del mese uscirà un bando per la realizzazione di un chiosco ai Giardini Fava con annessi bagni, sul modello della Montagnola o del Parco dei Noci, che fungerà come presidio non militare dell’area”.

      L'ombelico di fuori - Dibattito sul quartiere Porto-Saragozza

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.