Le reazioni del Pd contro Limina

26 ago. – Contro la posizione del dirigente dell’Ufficio scolastico regionale che pretende lealtà al ministro da parte dei presidi si sono espressi diversi esponenti del Pd. «E’ incredibile che si pensi di impedire alla consigliera comunale Daniela Turci di rilasciare dichiarazioni», ha affermato il segretario bolognese del Pd Andrea De Maria invocando la libertà di espressione. Solidarietà a Turci è arrivata dall’assessore comunale alla Scuola Simona Lembi, che invita a distinguere fra lealtà e servilismo. Di «inammissibili segnali intimidatori nei confronti di persone che ricoprono ruoli istituzionali» parla Mariangela Bastico, responsabile nazionale Scuola del Pd. E Sandra Soster della Cgil richiama ai problemi reali creati dai tagli: «Ricevo almeno 5-6 telefonate al giorno di dirigenti che non sanno dove sbattere la testa: questa è la situazione della scuola bolognese, altro che richiamare all’ordine i presidi».

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.