Lavoro e diritti. Scioperano al Maggiore i lavoratori delle pulizie

Hanno fatto due ore di sciopero e un presidio davanti all’Ospedale Maggiore, che puliscono tutti i giorni. Sono i dipendenti della ditta Gamba, che gestisce il servizio in appalto. E’ il primo di una serie di scioperi che i sindacati confederali della categoria contano di ripetere a cadenza fissa, se non ci saranno risposte alle richieste dei 120 lavoratori: una retribuzione a norma di contratto, un’organizzazione corretta dei turni e il buono pasto. I sindacati hanno chiesto un incontro anche con il committente, l’Azienda Asl di Bologna.
Una delle lavoratrici, che preferisce restare anonima, ci racconta la sua esperienza. Ha un contratto part-time e da 6 anni fa le pulizie al Maggiore:

gr01-mini

Battaglia vinta invece per i lavoratori del parcheggio Tanari. Dopo lo sciopero a oltranza del mese scorso i 12 dipendenti della Coopertone saranno ricollocati. Avrebbero dovuto essere licenziati perché il Comune aveva deciso di riaffidare l’attività di deposito dei veicoli rimossi al Tanari, spostandola momentaneamente in via Della Quercia. Da dicembre 5 dipendenti saranno reimpiegati alla depositeria Tanari con orario ridotto, mentre altri 2 svolgeranno sempre per la Coopertone il servizio di svuotamento parcometri. Infine i restanti 5 saranno assunti dalla Società Centro dell’Auto, cui è stato affidato provvisoriamente il servizio di rimozione e custodia.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.