L’appello degli scienziati per fermare la “corsa verso il suicidio”

Bologna, 19 mar. – Non c’è più tempo. A pensarlo non sono solo le centinaia di migliaia di persone che sono scese in piazza per i fridays for future e lo sciopero globale, ma anche gli scienziati di “Energia per l’Italia“.
“Gli obiettivi approvati dagli Stati o dall’Unione Europea non sono sufficienti per limitare l’aumento della temperatura e soprattutto mancano azioni e risorse per sostenere questi obiettivi, ancorché limitati” spiega il gruppo di firmatari dell’appello, promosso dal chimico Vincenzo Balzani.

In onda il professo emerito dell’Università di Bologna ci ha spiegato che è necessario un freno ai consumi: “Consumare meno non vuol dire essere meno felici”. E la conversione verso il risparmio energetico non basta: “Non ci sono abbastanza risorse perché ognuno di noi abbia un’auto elettrica”.

L’intervista

 

      vincenzo-balzani

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.