La T più inquinata dei viali

27 apr. – In piazza Nettuno si respira peggio che in mezzo al traffico dei viali. L’assessore alla mobilità Andrea Colombo ha rivelato, durante il question time, i primi dati del laboratorio mobile Arpa di piazza Nettuno, posizionato dall’amministrazione dal 21 febbraio al 28 marzo, in vista della pedonalizzazione del centro.

Per 25 giorni su 32 i valori delle Pm10 sono risultati più alti che in Porta San Felice. Peggio è andata sulle Pm2,5 con 29 valori su 32 peggio di quelli registrati viali. Per quanto riguarda infine il benzene, per 21 giorni i dati del laboratorio mobile in piazza sono stati superiori e 11 inferiori.

Sono dati, per Colombo, “che destano particolare preoccupazione sullo stato della qualità del centro storico, che vede sicuramente una presenza minore di macchine rispetto ai viali ma che, a causa delle sue caratteristiche architettoniche, la scarsa possibilità di dispersione degli inquinanti e a causa del tipo di traffico composto di motorini, presenta appunto dati più preoccupati”.

Mentre si riaccende Sirio al sabato e si chiude la T nel weekend il Comune pensa già ad una nuova “zona ad alta pedonalità” nella Cerchia del Mille. I soldi ci sono: 1,6 milioni di euro arrivati dal Ministero dell’ambiente per piste ciclabili, zone 30 e una nuova serie di telecamere per i varchi della Cerchia del Mille.

La nuova zona pedonale allargata costerà 400mila euro, la “tangenziale delle biciclette” sui viali 1,5 milioni di euro, con la realizzazionedi tre nuovi tratti da 5,2 chilometri in tutto, la sistemazione di quello esistente e la realizzazione degli attraversamenti dei viali in dieci nodi. Prevista anche la riqualificazioni di altre ciclabili e la creazione di nuovi collegamenti per le due ruote.  Infine, i finanziamenti ministeriali riguardano la realizzazione di “percorsi sicuri” tra casa e scuole e “nuove isole ambientali” in diverse zone della città (costo complessivo: 875.000 euro), col limite dei 30 all’ora.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.