La scuola protesta e fa lezione in strada

La conversione del decreto in legge non ferma la protesta dei genitori e degli insegnanti delle scuole di Bologna. La lotta per la sospensione immediata e l’abrogazione della legge 169 e la cancellazione di tutti i tagli e delle leggi vergogna contro la scuola pubblica è ricominciata a partire dalle assemblee che si stanno svolgendo nelle scuole in questi giorni. Sabato 22 in tanti luoghi di Bologna e provincia le lezioni si faranno per strada, nelle piazze, davanti ai supermercati e nei mercati.
Genitori, insegnanti, bambine e bambine proporranno laboratori a cielo aperto, poesie, canzoni, esperimenti. Queste azioni di strada saranno diffuse durante tutto l’arco della giornata, alcune saranno itineranti, altre più concentrate in luoghi di grande passaggio. In diversi luoghi centrali e periferici a fianco dei genitori e insegnanti delle scuole primarie e materne ci saranno gli studenti. Invitati speciali, e per l’occasione “maestri di strada” essi stessi, i ricercatori, che il sabato successivo genitori e insegnanti ringrazieranno in grande stile, partecipando in massa alla giornata della “ricerca calpestata” in Piazza Maggiore.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.