Dossier anonimo. La GdF torna all’Acer

16 feb. – C’è un aspetto delle indagini sul dossier anonimo contro il candidato del centrosinistra Virginio Merola e contro esponenti del Pd che la Procura e la Guardia di finanza vogliono chiarire. Per questo le fiamme gialle sono tornate due giorni fa nella sede dell’Azienda delle case popolari.

I finanzieri andarono all’Acer alcune settimane fa per acquisire documenti sul concorso per dirigenti vinto da Gigliola Schwarz, la compagna dell’ex presidente del Navile Claudio Mazzanti. Su quel concorso, preso di mira dall’anonimo estensore del dossier, non sono emerse irregolarità visto che il requisito non era la laurea e la donna non è laureata (il corvo invece sosteneva che la sua vittoria era irregolare proprio per la mancanza del titolo). Ma dall’esame dei documenti è spuntato fuori un altro concorso bandito nello stesso periodo sempre per dirigenti ma dove questa volta la laurea era tra i requisiti. Questo doppio concorso esiste? E perché è stato bandito a così stretto giro?. Dalle carte recuperate nell’ultima visita ad Acer gli investigatori vogliono trovare una risposta mentre sembrerebbe esserci interesse anche sul contratto al dirigente Raffaele Larocca prorogato al 2017 e che ha destato anche la perplessità della presidente Beatrice Draghetti.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.