La fotografia in movimento: al via Transizioni Festival

Malacarne – Alberto Giuliani

11 nov, – La proiezione è la protagonista di Transizioni Festival, rassegna nascente che attraverserà la città a partire dal 27 al 30 novembre. Attraverso i lavori di fotografi internazionali, incontri e dialoghi con gli ospiti ci si interrogherà sulla proiezione come forma narrativa, in una tre giorni ad ingresso gratuito.

Protagonisti saranno diversi luoghi significativi per Bologna, dalla Sala Borsa alla Sala Cenerini, da Zoo a Spazio Labò, fino ad arrivare alla nostra sede, in Mura di Porta Galliera 1/2, dove il 28 novembre, dalle 15.00 – 19.30, verranno proiettati Welcome on board di Patrice Terraz, Beirut prima e dopo di Paolo Verzone e Blanco di Stefano de Luigi.

I diversi generi narrativi, reportage, letteratura, diario, poesia, si confronteranno sulIo stesso terreno – la fotografia in movimento – sottoponendo al pubblico riflessioni sulla valenza narrativa della realtà quando viene raccolta dall’occhio del fotografo.

“La consapevolezza di una presenza sempre più costante delle “proiezioni”, sia nei media tradizionali sia nei supporti multimediali amatoriali, ci ha interrogati e ci ha indotto a organizzare una serie di proiezioni/dialoghi con l’intento di invitare i professionisti del settore a confrontarsi tra loro e con il pubblico”, ha detto il diettore aristico Francesco Acerbis. “In quest’epoca complessa e viva per una fotografia in profonda crisi di identità e senso – continua – abbiamo voluto indagare una strada battuta da molti e da molto tempo ma che si presenta ad oggi con una dinamica nuova e con codici in continuo cambiamento. Senza voler essere esaustivi abbiamo voluto cercare delle domande che rappresentino lo stato delle cose e a cui si possano dare delle risposte per le prossime transizioni fotografiche e culturali”.

Qui il programma completo.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.