Junkfood live: Giovanni Pascoli? Perché no – AUDIO e VIDEO

junkfood live

26 mar. –  Se vi diciamo “The cold summer of the dead”, a che pensate? Forse al disco dei Junkfood, eccellente band, ha appena pubblicato da Trovarobato Parade. Ma se traducete letteralmente la frase in italiano, siamo certi che vi verrà in mente una nota poesia, “Novembre”, che si conclude proprio con il verso “E’ l’estate / fredda, dei morti.” Il riferimento non è casuale, perché le tracce scure, affascinanti e allo stesso tempo tormentate del bel disco, richiamano proprio le atmosfere che si respirano nelle liriche del poeta romagnolo. Il tutto, senza alcuna parola (titoli a parte), visto che la band è strumentale.

Questo lo sappiamo dal comunicato stampa del disco, ma ce l’ha confermato la band quando è venuta a trovarci a Maps per un bellissimo showcase. Il quartetto, formato da  Paolo Raineri alla tromba e flicorno, Michelangelo Vanni alla chitarra elettrica, Simone Calderoni al basso e Simone Cavina alla batteria, arriva a una maturazione notevole rispetto alle prime prove, di cui avevamo parlato qualche anno fa. Cold Summer of the Dead è un disco personale e coraggioso, che mischia elettronica, jazz, ambient, improvvisazione, ma in maniera molto particolare. “Facciamo una musica crepuscolare, un po’ dark, ma che concede qualche spazio di speranza, non vira alla tristezza monocorde, prende tutte le sue sfumature”: ecco come si sono definiti ai nostri microfoni gli ospiti della puntata di mercoledì 12 marzo, in una chiacchierata che si è mossa continuamente, come si

Con i nostri ospiti, infatti, abbiamo approfondito il loro modo di comporre, di creare e i loro legami con la educazione musicale, che si è rivelata essere prevalentemente jazz, ma non solo. La cosa bella dei Junkfood è che sono musicisti seri, ma non seriosi: si sono presi in giro molto in diretta, a partire dall’influenza che ha colpito uno della band (ecco il perché della mascherina che compare nella foto), subito soprannominato “disagio”. Da lì il passo verso il disagio pascoliano è stato brevissimo

Godetevi insomma, questa validissima band che ringraziamo per averci fornito il video di parte della loro performance. Trovate tutto qua sotto.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.