Italia-Italie. “L’immigrato è come un quadrato che cerca di entrare nel cerchio”

Bologna, 27 nov. – Nato in Argentina da genitori danesi, a quarant’anni Roberto Ruager si è trasferito per raggiungere quel Paese che aveva imparato ad amare fin da piccolo: l’Italia. Anche se con le istituzioni italiane non ha mai avuto un buon rapporto, principalmente per via delle difficoltà incontrate nel rinnovo del permesso di soggiorno, il percorso di integrazione sociale è stato privo di ostacoli: “In qualsiasi posto un immigrato è come un quadrato che cerca di entrare nel cerchio, perché viene da un’altra struttura sociale, ma io non ho mai avuto problemi”, racconta. L’unica differenza rispetto ai primi anni è che ora in Italia si respira un clima di “ostilità verso l’immigrato”, diventato il capro espiatorio in tempo di crisi. Questo talvolta si traduce in episodi di razzismo, che rimangono però isolati secondo Roberto, ed è proprio questo il motivo per cui dice di amare gli italiani: perché non ci badano troppo. “L’immigrazione è come lo yin e lo yang”, un percorso fatto di ombre e luci che cambia in base alla propria esperienza personale.

      2018.11.27 - Italia-Italie

Realizzato in collaborazione con Redattore Sociale, Italia-Italie è il programma che vi racconta le tante culture e comunità che compongono il tessuto sociale italiano, per dare voce a chi l’Italia la fa ogni giorno.

Italia-Italie è una programma di Roberta Cristofori e Laura Pasotti. In onda tutti i martedì e i giovedì dalle 10.40 alle 11 sulle frequenze di Radio Città del Capo (a Bologna Fm 94.700 e 96.250), in streaming online e tramite l’app TuneIn. Potete scriverci a italiaitalieradio@gmail.com

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.