Italia-Italie. Bruno, neocittadino italiano: “Il cambiamento più grande? Poter votare”

30 mag. – Nato in Albania nel 1997, arrivato in Italia a 3 anni, Bruno Leka chiarisce con un forte accento toscano che la sua vita “si è sviluppata qui”. A scuola ha iniziato ad interessarsi di politica, ritrovandosi “catapultato nel mondo dell’attivismo”: a 18 anni è stato eletto rappresentante d’Istituto, poi al Parlamento regionale degli studenti della Toscana, prendendo parte a diverse associazioni studentesche e partiti politici. C’era però un ostacolo che limitava il suo percorso: Bruno non aveva la cittadinanza italiana. “L’ho ottenuta un anno fa”, dice, spiegando che “fare campagne elettorali senza poter votare, né candidarsi”, lo frenava molto. Perciò “il cambiamento più grande è stato poter votare“.

Così quest’anno Bruno ha potuto votare per la prima volta nella sua vita per le europee: “Ho fatto un post per esprimere le mie prime sensazioni, mi è sembrato non casuale avere la possibilità di votare per la prima volta alle europee, anches se c’è un po’ di rammarico per il risultato delle elezioni”, confessa. Non delusione, però, un sentimento che è necessario imparare a mettere da parte se si fa politica, secondo Bruno. E conclude: “Da queste elezioni europee esce fuori un messaggio molto pericoloso”, a partire dai risultati dei partiti euroscettici. Questo è il momento in cui “gli europeisti si devono ricompattare e fare una lotta per l’Europa, che è la nostra casa”.

      2019.05.30 - Italia-Italie

Italia-Italie è il programma che vi racconta le tante culture e comunità che compongono il tessuto sociale italiano, per dare voce a chi l’Italia la fa ogni giorno. In onda tutti i martedì e i giovedì dalle 10.40 alle 11 sulle frequenze di Radio Città del Capo (a Bologna Fm 94.700 e 96.250), in streaming online e tramite l’app TuneIn.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.