Interviste a pagamento: la Finanza in radio e tv locali

4 set. – Militari della Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia Tributaria in 32 radio e 22 televisioni dell’Emilia Romagna e nella sede della Regione in viale Aldo Moro. Lo scopo della visita dei finanzieri, che sono arrivati anche a Radio Città del Capo, è quello di acquisire informazioni sulle cosiddette interviste a pagamento di alcuni consiglieri regionali dell’Emilia Romagna. I militari chiedono di comunicare i nominativi dei consiglieri e di consegnare eventuale copia delle fatture emesse a fronte dei pagamenti ricevuti. Il periodo interessato è quello dell’attuale legislatura regionale. In Regione invece la GdF è andata su mandato della Procura regionale della Corte dei Conti, per capire se c’è stato un danno erariale, ovvero un utilizzo improprio di denaro pubblico.

La vicenda, che ha coinvolto anche le emittenti E’Tv e 7Gold, non riguarda Radio Città del Capo dove non è mai avvenuta nessuna intervista a pagamento nelle trasmissioni di informazione e intrattenimento. La procura di Bologna sul caso ha aperto un fascicolo conoscitivo senza indagati e con l’ipotesi di reato di peculato affidato alla pm Antonella Scandellari.

Guarda l’atto

Il Corecom: “La normativa non vieta le interviste a pagamento”

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.