Indie Break: Sottoterra, una playlist dal basso per combattere gli algoritmi


Bologna, 21 aprile
  – Il podcast di Indie Break, la rubrica bisettimanale che alterna la rassegna delle ultime novità musicali ad approfondimenti monografici su album e artisti, in onda su ML Network ogni martedì e giovedì all’interno di Zai Time.

Nella puntata di oggi raccontiamo un nuovo progetto editoriale curato dall’etichetta Dischi Sotterranei, Sottoterra – affinità e divergenze tra la scena e noi, una selezione mensile di brani che vuole «combattere lo strapotere della selezione dei brani tramite algoritmo, un meccanismo di natura strettamente commerciale ed omologante», una playlist per fuggire da logiche «smaccatamente promozionali, legate ciecamente ai numeri, che vanno ad incidere inevitabilmente sulle sorti della musica indipendente, per portare un punto di vista alternativo e qualitativo, utilizzando gli strumenti del presente».

Per saperne di più abbiamo intervistato Alberto Tessariol, uno degli ideatori del progetto, Francesco Aneloni, che ci ha spiegato come avverrà la selezione di 20 brani di 20 artisti diversi per ogni playlist, e Michele Novak, che ci ha raccontato la parte grafica del progetto.

Jesse The Faccio – “666”
Franek Windy – “Tè + Latte”
Cactus? – “Shitdisco”

      INDIE BREAK EP. 57 - 21_04_20 - Sottoterra, una playlist dal basso per combattere gli algoritmi

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.