Indie Break: come l’indie ha fagocitato Sanremo (o viceversa?)

Bologna, 6 febbraio  – Il podcast di Indie Break, la rubrica bisettimanale che alterna la rassegna delle ultime novità musicali ad approfondimenti monografici su album e artisti, in onda su ML Network ogni martedì e giovedì all’interno di Zai Time.

Siamo entrati nel vivo della settimana festivaliera e – seguendo un trend in costante crescita da alcuni anni – anche in quest’edizione assistiamo a una nutrita “quota indie” nel cast della kermesse sanremese. Rancore, Diodato, Achille Lauro, Levante, Pinguini Tattici Nucleari, Bugo, Eugenio in Via di Gioia, Fadi: questi sono solo alcuni dei nomi in scaletta che – oramai quasi tutti sotto contratto major –  provengono dalla scena indipendente. Come si è arrivati a questo quadro?

Lo Stato Sociale – “Una Vita in Vacanza”
Afterhours – “Il Paese è Reale”
Dente – “Beato Me”
Settlefish – “Catastrophy Liars”
Marta sui tubi – “Vorrei”
Marlene Kuntz – “Canzone per un figlio”

      INDIE BREAK EP.39 - Come l'indie ha fagocitato Sanremo

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.