L’altra faccia dell’India. Gli uomini al One billion rising

Abha-Bhaiya

Abha Bhaiya

14 feb. – Le violenze contro le donne in India sono raccontate su tutti i giornali internazionali, ma pochi sanno che in India ci sono molte associazioni ed iniziative contro la violenza sulle donne che coinvolgono e vedono come protagonisti gli stessi uomini. La partecipazione degli uomini è la vera novità dell’evento One Billion Rising in India.

“L’energia che stanno mettendo gli uomini è davvero significativa. Sono i nostri compagni che stanno organizzando eventi da soli” ci racconta Abha Bhaiya, una delle coordinatrici del One Billion Rising indiano, attivista nei movimenti delle donne in India da più di 30 anni con l’organizzazione femminista Jagori. Il flash mob è stato organizzato in India in 2mila città, Mumbai, Delhi ma anche piccole cittadine.

Si saranno gruppi come “Men against violence against  women”. A Mumbai ci sarà un grande film festival della mascolinità, in un’altra città un workshop su cosa significa il maschile, ci  saranno spettacoli creati da uomini, musica fatta da uomini. Un cambiamento fondamentale nel modo di pensare degli uomini” ci dice racconta Abha nell’intervista per noi fatta da Sam McRegan.

“In molte città i flash mob sono stati organizzati davanti ai tribunali, per mettere l’accento sul tema del femminicidio (l’iniziativa quest’anno ha come tema la giustizia #Rise4Justice ndr). Sono state coinvolte scuole e università, 1500 ragazzi volontari per organizzare l’evento”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.