Gli osti vogliono contare e chiedono un incontro a Cancellieri

9 giu. – Gli esercenti di via del Pratello chiederanno un incontro con il commissario Anna Maria Cancellieri chiedendo di avere “pari dignità” con il comitato “Al Crusèl”. “Invece che di cultura dello sballo si può parlare di cultura dell’incontro“. E’ cosi che Antonietta Montaguzzi, proprietaria di un osteria della storica via del centro storico, vede l’attività delle persone che lavorano e vivono in via del Pratello. Nella sua osteria si è tenuto oggi un incontro per ringraziare gli organizzatori dell’iniziativa Bologna on the road ma si è anche parlato del rapporto con il comitato “Al Crusèl” e dello stop agli eventi dell’iniziativa sabato scorso.
Parlando di quella parte dei cittadini che si lamentano per i rumori di via del Pratello nelle ore notturne Claudia Parmigiani, titolare di un’agenzia immobiliare della zona, ha parlato di “una maggioranza silenziosa” di cittadini che si trova invece bene in zona e non si è mai lamentata di “degrado” in questi anni.
“Eravamo increduli per la sospensione dell’evento da parte del comune” ha detto invece Sergio Ferrari, presidente della Confesercenti Bologna. “Gli organizzatori avevano programmato tutto nei minimi particolari, anche per tutelare i residenti della zona”.

Intanto il comitato “Stop al degrado” attraverso una nota ha espresso la sua solidarietà al “Cruzèl”. “Qualche rilevazione dei livelli di rumorosità notturna di via del Pratello e di via Petroni basterebbe per far capire a quale tortura sono sottoposti gli abitanti di quelle zone” aggiungono i cittadini del comitato.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.