Imprese. Bologna tiene, la provincia no

Bologna, 31 gen.  – In cinque anni le imprese sparite sotto le Due Torri sono state solo 98. Una sostanziale tenuta visto che sul territorio del Comune di Bologna di imprese ce ne sono circa 35.000. Un calo di meno dello 0,5% dunque. Diversa è la situazione della provincia. “Se guardiamo l’area metropolitana, parliamo di -1.500 imprese – spiega l’assessore Matteo Lepore – Se guardiamo il dato regionale che è stato dato da Unioncamere nei giorni scorsi parliamo di -5.000 imprese circa”. Se si prendiamo in considerazione solo l’ambito provinciale (87.890 imprese nel 2011), il calo è stato dell’uno e mezzo percento: il triplo.

“Ora – commenta Lepore – deve tornare un periodo di cementificazione zero e deve esserci una nuova fase di ripopolamento della città. Lo dico perché il dato che citavo prima, il numero assoluto delle imprese che rimangono salde sul nostro territorio mentre calano molto nell’area provinciale e regionale, ci dice che le città che vincono su questo aspetto sono quelle che sanno fare massa critica, che al proprio interno riescono a valorizzare le risorse. Ad esempio il fatto che ci sia l’università qua ci rende più competitivi rispetto a un tessuto più disperso. E credo che i quartieri della nostra periferia, in gran parte dove c’è una qualità della vita molto alta, in alcune situazioni vivono la criticità dello spopolamento e della rigenerazione urbana”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.