Immergersi a Santarcangelo

18 giu. – Dal 12 al 21 luglio Santarcangelo di Romagna ospiterà per la quarantatreesima volta il Festival internazionale del teatro in piazza. “Un’edizione che si svolge in una realtà quasi surreale”, ha detto Teatri Roberto Naccari, presidente dell’Associazione Santarcangelo Teatri, ricordando che “la Provincia non è più socio e ha ridotto il suo contributo”, mentre con il sindaco Mauro Morri dimissionario la città va verso il commissariamento.

L’immagine manifesto di quest’anno, dell’illustratrice Mara Cerri, è un ragazzino che si immerge in un’acqua non limpida mantenendo gli occhi aperti, attorniato da altre piccole figure. “Abbiamo scelto di ripartire dall’infanzia come archetipo”, spiega Rodolfo Sacchettini, condirettore artistico della rassegna, “l’infanzia come modo di guardare al mondo di chi non è ancora addomesticato”, aggiunge la direttrice artistica Silvia Bottiroli.

Al centro del festival rimanngono la riflessione sul “fare piazza” e il tentativo di “abitare la città e i suoi spazi attraverso il teatro”.

Quest’anno si inaugura anche P.S. Presente sostenibile, una serie di progetti sulla sostenibilità con cui la rassegna si impegna a ridurre i propri carichi ambientali.

(foto di Santarcangelo 2013)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.