Il sindaco lancia le Meroliadi per il secondo mandato

Bologna, 26 feb. – Cento incontri per preparare il terreno alla sua rielezione. Il sindaco Virginio Merola inizia questa sera dall’Antoniano la sua personale maratona di incontri tra politici, stakeholder e comuni cittadini in vista delle elezioni comunali della primavera del 2016. Una riedizione, dice qualcuno, della Banda Larga che ha portato l’ex presidente del quartiere Savena ed ex assessore all’urbanistica a diventare sindaco dopo la batosta subita dalla sinistra bolognese con il Cinzia gate e il commissariamento della città.

“Nel 2011 Merola fu eletto con poco più di 106 mila voti– ragionano da Palazzo d’Accursio- mentre Bonaccini è diventato presidente lo scorso anno raccogliendo a Bologna appena 35 mila”. Insomma, in 4 anni il mondo è cambiato, e Merola e i suoi non vogliono trovarsi impreparati.

Per questo motivo in serata, nella sala dell’Antoniano, l’assessore Matteo Lepore, il regista dell’operazione, ha riunito oltre 100 persone: dagli assessori comunali alla presidente del consiglio comunale Simona Lembi, dal segretario del Partito Democratico Francesco Critelli, a rappresentanti del mondo delle professioni e della cooperazione. Presenti molti degli assessori scelti da Merola: “Chi non c’è è perché non poteva esserci per impegni improrogabili” dicono da palazzo.

I partecipanti, contattati via mail e telefonicamente, saranno divisi in tavoli e dovranno confrontarsi su alcune tematiche: sviluppo economico e innovazione; mobilità; attivismo sociale; cultura; scuola; diritti; qualità della vita. A stimolare la discussione sono stati invitati volti noti e meno noti dell’associazionismo, della cooperazione e delle professioni.

Non sarà solo un “quanto siamo stati bravi” assicurano gli organizzatori, intenzionati a tastare il polso su quanto fatto e su quanto resta da fare. Con la speranza di riuscire ad allargare il consenso nei confronti del sindaco, visto che le elezioni sono alle porte e che il solo Partito Democratico non è più (o forse non è mai stato) autosufficiente. “I tempi di Dozza sono finiti da un po’” dicono dallo staff di Merola. Al di là dei partiti ma non senza i partiti, sembra essere la linea di Merola che comunque è pronto ad incontrare anche i segretari di circolo non appena il segretario Critelli organizzerà il confronto.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.