Il giorno delle primarie Pd

Primarie centrosinistra. Alle 12 affluenza bassa: solo 24.560 i votanti

Bologna, 28 set.- Sarà soprattutto la partecipazione a determinare l’esito di queste primarie. Dalle 8 alle 20 sono aperti gli 800 seggi in tutta la regione per scegliere il candidato del centro sinistra alle prossime elezioni regionali del 23 novembre. E’ chiaro che nella competizione tra Stefano Bonaccini e Roberto Balzani una scarsa partecipazione favorirebbe il primo, un numeroso afflusso di persone ai gazebo darebbe più chace al secondo che spera in pezzi di società civile visto che l’apparato del partito sta con Bonaccini.

A di là di questo la soglia per non gridare al flop è stata fissata (anche se nessuno in casa democratica è disposto a dirlo pubblicamente) a quota 200mila. Alle primarie di dicembre 2013, quelle stravinte da Matteo Renzi con tutt’altro slancio emotivo, andarono a votare in Emilia Romagna in 350mila. Possono votare anche i ragazzi e le ragazze purchè abbiano da 16 anni  in su.

Chi non andrà a votare perchè ha la bronchite ed è in ospedale è il grande vincitore delle prime primarie che vennero fatte in Italia, il fondatore dell’Ulivo ed ex presidente del consiglio Romano Prodi.

Sul sito ilpresidentelosceglitu.it la lista in formato pdf dei seggi a Bologna e provincia.

Il vincitore si saprà già in serata.

Diretta dalle nostre frequenze a partire dalle 21 ma già dalle 20, all’interno della trasmissione Global Tavor, vi daremo notizie col nostro inviato.

Bonaccini/Balzani idee a confronto

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.