Il Festival della zuppa lascia Corticella

festival zuppa

Il programma dell’edizione 2015

Bologna, 4 feb. – Dopo nove edizioni in via Stoppato a Corticella, il luogo in cui è nata, la festa di strada più famosa di Bologna trasloca al Pilastro. Si svolgerà come sempre la domenica prima del 25 aprile, che quest’anno cade il 19 aprile, e le iscrizioni sono già aperte. A dare notizia della migrazione dal quartiere Navile al San Donato è la pagina Facebook del Gran festival internazionale della zuppa di Bologna, annunciando che la manifestazione sarà agli Orti Salgari e nella via omonima.

All’insegna dell’incontro, della condivisione e della contaminazione, la gara popolare e giocosa fra le zuppe era anche un modo di ricordare insieme all’Anpi la Liberazione di Bologna dal nazifascismo (21 aprile 1945) e impegnava non solo via Stoppato ma anche il centro sociale autogestito dagli anziani a Villa Torchi e il parco intorno. “Mi dispiace, erano bravi ragazzi con cui abbiamo lavorato bene”, commenta il signor Bruno Pallotti, già presidente del centro anziani.

“Già l’anno scorso era stato difficile ottenere dal Quartiere l’autorizzazione per occupare via Stoppato”, spiega Lydia Buchner, presidente dell’associazione Oltre. I promotori del festival hanno declinato la proposta del Quartiere Navile di trasferirsi in Bolognina e hanno preferito migrare al Pilastro dove già nel 2013 avevano organizzato la Part tot parata e una settimana di eventi preparatori.

Il presidente del Quartiere Navile Daniele Ara spiega la scelta di non concedere più via Stoppato perché, nonostante i buoni rapporti con gli organizzatori del festival, la strada è diventata troppo piccola per l’iniziativa, tanto da creare qualche problema con gli abitanti. A questo si aggiunge una mancanza di motivazione da parte delle altre associazioni di Corticella a collaborare, come negli anni precedenti.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.