Il consiglio studentesco approva il piano tasse. Assemblea di protesta

24 Giu. – Il Consiglio studentesco dell’Università ha approvato la proposta sulle nuove fasce di contribuzione. Il documento, proposto da Student Office che ha la maggioranza in consiglio, ricalca quello già approvato due settimane fa in Senato Accademico e propone l’equiparazione dei requisiti di merito a quelli tutt’ora in vigore all’Ergo (l’Azienda regionale per il diritto agli studi).
La proposta prevede che l’accesso alle fasce di contribuzione ridotta sia riservato ai soli studenti che abbiano ottenuto 25 crediti al primo anno e 55 per ogni anno successivo. Chi non dovesse possedere questi requisiti pagherà l’imposta massima.
Il documento ha ricevuto il voto contrario degli studenti del Gruppo Prometeo e di Sinistra Universitaria, secondo i quali “la manovra produrrà l’aumento delle tasse per 4.000 studenti e farà guadagnare all’Ateneo 3,6 milioni di euro”.
L’approvazione definitiva in Cda d’Ateneo è prevista per il 30 giugno. Per quel giorno i collettivi studenteschi stanno organizzando delle azioni dimostrative. 

Questo pomeriggio, intanto, si è svolta una assemblea pubblica a Lettere con lo slogan: «Blocchiamoli!».
Gli studenti di Bartleby, dopo i provvedimenti minacciati dal pro rettore Monari, hanno ribadito che daranno la possibilità ai lavoratori di Lepida di eseguire i lavori nello stabile di via Capo di Lucca. Per domani, intanto, è in programma una serata di concerti, aperitivi e dj set ai giardini di Via Filippo Re. E’ stata ribattezza “Garden Art” e avrà inizio alle 19. Anche se, ad oggi, la richiesta di autorizzazione avanzata quindici giorni fa all’Università non ha ricevuto risposta. “Ma noi ci saremo comunque“, dicono gli studenti.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.