Il Consiglio Comunale di Bologna al fianco di Meriam e delle studentesse nigeriane

Bologna, 19 mag. – Sulla facciata di Palazzo d’Accursio, a breve, saranno esposte le immagini di Meriam Yehya Ibrahim Ishag, condannata a morte per apostasia in Sudan, e di una delle studentesse nigeriane rapite dai terroristi islamici di Boko Haram. Il Consiglio comunale di Bologna chiede anche che il governo faccia il possibile per impedire l’impiccagione di Meriam e spinga perché il Sudan rinunci alla pena di morte.

La proposta è contenuta in un ordine del giorno presentato dalla presidente del Consiglio Simona Lembi. Ricordate anche due donne importanti per la storia della città, scomparse da poco: Odette Righi che a Bologna insegnò nelle scuole materne e diresse le colonie estive a Pinarella di Cervia dove soggiornavano anche 2.700 bambini a stagione, e la partigiana e scrittrice Gina Negrini.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.