I figli sono più ‘a destra’ dei genitori

I giovani superano da destra i genitori. E’ quanto emerge da una ricerca fatta dall’Istituto Cattaneo insieme all’Istituto Gramsci che ha paragonato i risultati raccolti su di un campione di 16-20enni nel 1975 e nel 2010. Dal confronto tra le due generazioni si nota come negli ultimi 35 anni i giovani si siano spostati su posizioni più di destra rispetto alla famiglia di provenienza, che rimane l’agenzia di socializzazione politica più importante, da cui si apprende, a grandi linee, l’area di appartenenza.

Il professor Piergiorgio Corbetta, del Cattaneo, sottolinea come negli ultimi 35 anni sia mutato anche l’interesse complessivo dei giovani per la politica: se nel 1975 erano i figli i “più politicizzati” in famiglia (solo il 30% non sapeva rispondere alla domanda “cosa vuol dire ‘destra’ e ‘sinistra’”), ora sono i genitori a saperne di più (solo il 50% dei giovani intervistati ha risposto alla domanda su ‘destra’ e ‘sinistra’). Il disimpegno, quindi, contraddistingue i giovani di adesso, ma un disimpegno che tende sempre più verso la conservazione.

Nel 1975 le figlie femmine erano molto più a sinistra dei genitori, nel 2010 sono i figli maschi ad avere superato da destra i genitori.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.