I dischi della settimana di Class, Maps e Humus

dischisettcentro

DiscoClass
Natalie Prass – Natalie Prass – Spacebomb
Records
Dopo aver vagabondato tra le pieghe della black music nei precedenti dischi,  ci immergiamo in atmosfere prevalentemente whitey.  La musica, la voce e le architetture sonore di questa giovane ma rodata artista spaziano tra i generi e le epoche; il filo conduttore è l’animo soul che in modi differenti è contenuto in tutte le canzoni, insieme alla estrema naturalezza con cui vengono  portate a termine anche partiture intricate. Leggiadra.

DiscoMaps
BjörkVulnicura – One Little Indian
Con l’aiuto produttivo di Arca e Haxan Cloak Björk si cura le ferite (questa la traduzione del titolo) dopo la fine della relazione con Matthew Barney: torna a una scrittura più lineare rispetto ai lavori precedenti, riscoprendo la melodia senza rinunciare alla sperimentazione e alle caratteristiche che l’hanno resa unica nel panorama musicale mondiale. Tanti archi, elettronica e la voce celestiale e inconfondibile dell’islandese.

DiscoHumus
Marcin Wasilewski Trio – Spark of Life – ECM
Seconda apparizione del trio di jazzisti polacchi, a distanza di pochi mesi, nel catalogo ECM (la precedente è sul lavoro di Jacob Young, già disco Humus). In questo caso sono il pianista Marcin Wasilewski, il contrabbassista Slawomir Kurkiewicz e il batterista Michal Miskiewicz ad ospitare un altro musicista: il sassofonista Joakim Milder. Intense e rarefatte melodie originali si alternano ad audaci reinterpretazioni di brani da Herbie Hancock ai Police.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.