Guasto Village, addio. Lepore rassicura Peacock: “Altre opportunità già da quest’estate”

Foto pubblicata sulla pagina Facebook di Guasto Village

Bologna, 19 apr. – Niente più container in zona universitaria: l’esperienza del Guasto Village quest’estate non si ripeterà. “Ogni anno – ha spiegato l’assessore comunale alla Cultura Matteo Lepore – dobbiamo fare un bando, anche perché l’amministrazione su quel progetto mette tra i 150 e i 200mila euro l’anno. Quest’anno si sono presentate quattro proposte e ha vinto la migliore”. E non è stata Peacock Lab, l’associazione che si era aggiudicata la gara negli anni passati, ma una cordata con a capo la cooperativa bolognese Le macchine celibi, nata nel 1990 dall’omonima associazione culturale universitaria e al cui progetto ha aderito anche il Comitato dei residenti di Piazza Verdi.

      Lepore Bologna Estate e Guasto Village

Una novità che non hanno digerito quelli di Peacock Lab, che nella serata di ieri hanno pubblicato un lungo post sui social, scrivendo: “Siamo molto perplessi sul risultato del bando. Rimane l’amarezza per aver ideato, sviluppato e gestito questo progetto di riqualificazione urbana, riconosciuto a livello europeo, senza potergli dare seguito”. Aggiungendo anche che ora “oltre 50 giovani impegnati nel Village a meno di un mese dall’apertura vengono lasciati a casa“. Mentre oggi su Change.org è stata lanciata una petizione, firmata dai Cittadini di Bologna, nella quale si chiede al Comune di “rinnovare il bando per una delle iniziative più interessanti e riuscite degli ultimi anni”.

Molto chiara però la risposta dell’assessore Lepore, che rassicura: “Sono sicuro che Peacock Lab lavorerà ancora nella nostra città. Se ci sarà modo, già quest’estate l’amministrazione farà di tutto perché possano continuare a svolgere delle attività in città”. Un’opportunità potrebbe essere proprio quella dell’ex Scalo Ravone, pronto a rinascere grazie al progetto di rigenerazione urbana temporanea affidata alla coop bolognese OpenGroup e alla società Eventeria. Mentre da metà maggio a metà settembre in zona universitaria rimarrà solo il palco di Piazza Verdi, via del Guasto e via Respighi torneranno ad essere svuotate dai container.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.