Graffiti. “No tag” in azione per pulire i muri

merola e malagoli

Bologna, 27 mag. – Dopo il bando comunale da 500 mila euro per pulire i muri degli edifici pubblici dai graffiti, Palazzo D’Accursio torna all’attacco delle tag insieme a Hera, questa volta sui palazzi privati. La multiutility ci mette 350 mila euro, coinvolgendo lo stesso personale impegnato dal bando comunale e formato da cooperative sociali come Faremondi di Piazza Grande, Verso casa e It2.

La prima pulizia sarà gratis, poi i condomìni potranno fare una sorta di abbonamento annuo di 100 euro per mantenere i muri come nuovi. A breve il Comune porterà la proposta ad Ascom, Confesercenti e agli amministratori condominiali.

Oggi il sindaco e l’assessore ai Lavori pubblici l’hanno presentata alla stampa in via Indipendenza, dove era al lavoro una squadra No tag della cooperativa Fare mondi. I lavori proseguiranno nelle vie radiali del centro, poi l’obiettivo è di proseguire anche in periferia.

Ecco le voci di alcuni lavoratori raccolte oggi in via Indipendenza.

no tag

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.