Gli operai Berco in Germania contro ThyssenKrupp

thyssen2

28 giu. – Sono partiti in 100 su due bus e sono arrivati a Essen, nella Ruhr, di fronte alla sede dalla ThyssenKrupp, multinazionale tedesca con 150mila dipendenti e sedi in 80 paesi. Gli operai della Berco di Copparo, in provincia di Ferrara, protestano contro gli annunciati 611 licenziamenti, 400 dei quali colpiranno proprio lo stabilmento ferrarese.

Un viaggio di mille e duecento chilometri durato quasi 14 ore che ha portato gli operai a incontrarsi prima con i loro colleghi tedeschi della IG Metal, sindacato dei metalmeccanici che in Germania conta oltre 2 milioni di iscritti, poi con i dirigenti della ThyssenKrupp. Assieme a loro anche rappresentanti delle istituzioni locali e parlamentari Pd e Sel.

Stefano Calderoni, assessore della Provincia di Ferrara, ci ha raccontato com’è andata la trasferta

thyssen1Noi continueremo la mobilitazione – ha spiegato Gianni Venturi, coordinatore nazionale siderurgia Fiom-Cgil– per riaffermare le nostre ragioni e per chiedere chiarezza sulle prospettive aziendali. Quello che deve essere chiaro è che noi rifiutiamo una ristrutturazione al buio. Berco ritiri i licenziamenti e si apra un tavolo negoziale fondato sulla affidabilità reciproca degli interlocutori. Se ciò non è avvenuto fin’ora, la responsabilità è tutta di Berco e a all’azienda tocca quindi fare il primo passo”.

Le foto sono di Stefano Calderoni.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.