Giovani italo-cinesi: “Compiere l’integrazione per contrastare la xenofobia”

22 feb. – È la terza comunità in Italia per numero di presenze: gli ultimi dati del Ministero del lavoro e delle politiche sociali parlano di 318.975 cittadini di origine cinese regolarmente soggiornanti in Italia. Ingegnere informatico e programmatore, Sun Wen-Long fa parte della seconda generazione; nato a Brescia, Sun è autore di una lettera rivolta ai genitori cinesi pubblicata 5 anni fa sul sito di Associna, poi ripresa da diversi quotidiani: “Anche questa – vi si legge – è casa nostra”. Un vero e proprio invito ad integrarsi. Rispetto ai genitori, arrivati in Italia negli anni ’80, oggi le possibilità per le seconde e le terze generazioni sono diverse, hanno “un ventaglio di scelta molto più ampio”, spiega. Per questo è compito dei giovani favorire quel percorso di integrazione non ancora completamente compiuto, perché sono “il punto di congiunzione tra i genitori, che magari non riescono a parlare bene italiano, e gli italiani che vorrebbero capirci di più ma non hanno l’interlocutore giusto”.

Della stessa opinione è Francesco Xia, presidente dell’Unione giovani italo cinesi: “I giovani cresciuti in Italia piano piano si stanno integrando ma trovano ancora delle difficoltà”, confessa. Promotori di diverse iniziative di solidarietà, i membri di Ugic sono anche intervenuti pubblicamente sui fatti di Macerata: “Sentiamo un crescente odio verso lo straniero e percepiamo la pericolosità di questa deriva xenofoba – spiega Xia – anche verso la comunità cinese“. Il ruolo dei giovani di seconda generazione deve essere quindi sia quello di “spiegare agli stranieri come integrarsi, che raccontare agli italiani come sia la propria comunità”. Per contrastare i “racconti mainstream” e rovesciare le narrazioni discriminatorie.

In conduzione Laura Pasotti e Roberta Cristofori

      Italia-Italie - 22 febbraio 2018

 

Ogni giovedì dalle 9.30 alle 10 su Radio Città del Capo va in onda Italia-Italie, realizzata in collaborazione con Redattore Sociale, che vi racconterà le tante culture e le tante comunità che compongono il tessuto sociale di Bologna e dell’Italia. Italia-Italie vuole dare voce a tutte quelle persone che l’Italia la fanno ogni giorno.

Italia-Italie è una programma di Boubacar Ndia, Giovanni Stinco, Roberta Cristofori e Laura Pasotti. In onda tutti i giovedì dalle 9.30 alle 10 sulle frequenze di Radio Città del Capo (a Bologna Fm 94.700 e 96.250) e in streaming via web (www.radiocittadelcapo.it) e TuneIn. Potete scriverci a italiaitalieradio@gmail.com

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.