Galli: “Priva di analisi e linea politica, ha perso la sinistra peggiore”

5 mar. – Questo è un risultato elettorale che dimostra “la sconfitta del sistema politico ed economico”, secondo il politologo e parlamentare uscente di Mdp Carlo Galli. Quel sistema neoliberista che “ha generato lo scontento che percorre oggi l’Italia” e di cui “la destra politica ha saputo farsi portavoce” in campagna elettorale, mentre “la sinistra rimaneva a guardare”. Per quanto riguarda Liberi e uguali, lista in cui è confluito il partito di Galli, non c’è stata nessuna “empatia con l’elettorato” e questo ha impedito di leggere “i temi di interesse centrale, come la povertà e la sicurezza“; il Partito Democratico avrebbe invece commesso dei veri e propri “errori di valutazione”, come quello di associare i “fascisti ai poveri”.

È potuto accadere, nell’analisi di Galli, perché la sinistra non è “ancora in grado di definire che cosa vuole essere”. Di questo compito non ha saputo farsi carico il Partito Democratico, caratterizzandosi come nulla più che “una modesta forza centrista”, priva di “analisi e linea politica”. Così come non ha saputo fare Leu, che non rappresenta “il seme di una nuova sinistra” e la cui sconfitta confermerebbe di fatto “la débâcle del ceto politico post-comunista“. Dalla “sconfitta storica del Partito Comunista” fuoriuscì quel ceto politico che ha poi contribuito a formare il Pd, ma che nel tempo ha perso “ogni potere al suo interno, rimanendo egemonizzato dall’altra componente, pur inizialmente minoritaria: quella ex cattolica”. In seguito, quel ceto “non è più stato in grado di fondare una prospettiva vincente”.

Non dovrebbe però stupire la vittoria di Pierferdinando Casini, perché “Bologna rimane una roccaforte” rossa dove l’elettorato è ancora disposto a votare sulla base di “un riflesso d’ordine” imposto dal Partito. Qui il Pd ha potuto giocare su un “effetto fedeltà”, che però è venuto a mancare nel resto d’Italia. In conclusione, quella che viene fuori da queste elezioni nient’altro è che “la peggiore sinistra” possibile.

L’intervista completa a Carlo Galli

      Carlo Galli

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.