G8. Mentì ai giudici. Due anni al vice questore

8 mar.- E’ l’ultimo processo del G8. Il giudice di Genova Carla Pastorini ha condannato a due anni con la sospensione condizionale della pena Luca Cinti. Il vicequestore nel luglio 2001 comandava il reparto mobile di Bologna ed è stato condannato per falsa testimonianza per aver difeso in aula, durante il processo, i 4 poliziotti del reparto che arrestarono illegalmente due ragazzi spagnoli venerdì 20 luglio 2001 in piazza Manin, durante gli scontri.

Cinti disse che vide il momento dell’arresto e che uno dei due spagnoli aveva in mano una spranga. Durante il suo di processo lo scorso gennaio, il vice questore spiegò invece che gli spagnoli erano stati arrestati per sbaglio da qualcun altro mentre i veri responsabili sarebbero stati rilasciati per errore dalla Questura. Gli spagnoli però risultarono gli unici arrestati in quel pomeriggio.

La condanna per Cinti è in primo grado.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.