Franciosi (Flai-Cgil): “I candidati di Bonaccini? Nessuna sorpresa se gli elettori si smarriranno”

Umberto Franciosi, segretario Flai-Cgil Emilia-Romagna

Bologna, 23 dic. – “Non ci vedo nulla di nuovo, qui si va a caccia di voti e si sconfina dal proprio bacino elettorale di riferimento andando a pescare personaggi del genere”. A dirlo è Umberto Franciosi, segretario regionale della Flai-Cgil, la categoria Cgil che organizza i lavoratori agricoli e i lavoratori dell’industria di trasformazione.

Franciosi commenta la candidatura di Carlo Fagioli a Reggio Emilia nel listino di Stefano Bonaccini. Fagioli, imprenditore molto noto nel reggiano, nel 2011 è stato al centro con la sua azienda di famiglia di una vertenza sindacale che ha portato al licenziamento di 500 facchini indiani. Una candidatura, quella di Fagioli, criticata duramente dalla lista “Emilia-Romagna Coraggiosa”, ma anche dal Movimento 5 Stelle, dall’Altra Emilia-Romagna, da Potere al Popolo e dalla stessa Lega di Lucia Borgonzoni.

“Non mi sorprende – ragiona Franciosi – potevano benissimo candidare rappresentanti della Castelfrigo, dell’Alcar Uno di Modena o della Italpizza. Parliamo di imprenditori simili perché hanno usato appalti e subappalti per competere sui mercati. Se poi però l’elettorato tradizionale si smarrisce o perde l’orizzonte o non va a votare probabilmente qualche motivo c’è“.

Franciosi allarga però il ragionamento. Non c’è solo la candidatura dell’imprenditore Fagioli a Reggio Emilia. “A Modena addirittura nel listino di Bonaccini è stata inserita la presidente di Confagricoltura. Parliamo di una persona che orbita notoriamente a destra. “Quando si fai politica in questo modo qualcuno si smarrirà”.

Franciosi si riferisce a Eugenia Bergamaschi, autosospesasi dalla carica di Presidente regionale di Confagricoltura per lanciarsi in campagna elettorale accando a Stefano Bonaccini. Bergamaschi, da sempre con orientamenti contigui alla destra, in passato era stata più volte critica nei confronti del Pd e vicina alla Lega. Nell’agosto 2019, quattro mesi fa, ringraziò pubblicamente l’allora ministro leghista Centinaio “per aver risposto alle istanze di migliaia di aziende agricole emiliano-romagnole”.

 

      Umberto Franciosi - Flai-Cgil ER

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.