Flavio Giurato: una canzone inedita dal vivo in attesa del nuovo disco

flavio giurato

15 sett. – È una delle figure di culto della musica italiana: tre dischi in sei anni, dal 1978 al 1984, tra cui il capolavoro Il tuffatore. Poi un disco una decina di anni fa, Il manuale del cantautore, quindi il silenzio. Ma Flavio Giurato sta tornando con un nuovo album: c’è il titolo, La scomparsa di Majorana, e il brano che ha suonato nei nostri studi, “In caso di cura”. “Ho preso il titolo dal libro di Siascia, spero non me ne voglia”, ha detto il musicista ospite martedì scorso di Aperto per ferie, in studio insieme ai due giovani musicisti che lo stanno accompagnando in un piccolo tour. Ma perché scegliere la figura del fisico che ha ispirato anche un film di Gianni Amelio, I ragazzi di via Panisperna? “Dicono che sembrava che Majorana fosse il maestro e Fermi l’allievo. È un’ipotesi di fantasia, ma mi immagino che sia finito nel deserto, che abbia raggiunto la Legione Straniera”. Quel deserto, ci ha detto Giurato, che è legato agli esperimenti sulla bomba atomica e a Los Alamos.

Quando racconta, il musicista romano ha un modo di parlare pacato e affascinante, ma quando canta viene fuori la stessa rabbia di trent’anni fa, come nel brano che ha suonato in una versione particolarissima in diretta. “Ho lavorato un anno in una clinica psichiatrica facendo il musicoterapeuta”: un’esperienza che si ritrova in “In caso di cura”. Si tratta di un’anticipazione di un disco attesissimo, ma di cui si sa poco. “Esce quando ci mettiamo d’accordo con il produttore Piero Tievoli“: sarà lui ad avere il final cut sull’album. “Il disco che uscirà vede brutalizzata ogni forma di commercializzazione o successo“, ha dichiarato candido Giurato. Vi terremo aggiornati. Intanto godetevi questi venti minuti davvero speciali.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.