Flash mob contro Salvini: “Facciano qualcosa ‘per’, non ‘contro’ di me”


Bologna, 7 nov. – “Sta roba di certa sinistra ‘contro’…” non piace a Matteo Salvini, che risponde al flash mob contro di lui rilanciando la serata della Lega al Paladozza: “Noi non saremo ‘contro’, sarà una serata per l’Emilia-Romagna, per Bologna. Se poi c’è gente che vuole fare i flash mob ‘contro’ Salvini, se li fa educatamente, senza sporcare, senza disturbare la polizia o la città, ne faccia anche 37”. La sfida si gioca tutta sui numeri, ma per ora il leader del Carroccio dice che “non starà con il pallottoliere” a contare quale sarà l’evento più partecipato, certo comunque che al lancio della campagna di Lucia Borgonzoni saranno presenti “diverse migliaia di persone”. E suggerisce, punzecchiando gli organizzatori, di provare a fare qualcosa “per”, non “contro” di lui.

      Salvini commenta il flash mob \"6.000 sardine contro Salvini\"

La senatrice Lucia Borgonzoni, candidata della Lega alle prossime elezioni regionali del 2020, era già intervenuta in merito al flash mob “6.000 sardine contro Salvini” in conferenza stampa, presentando la serata del 14 novembre durante la quale verrà inaugurata la campagna elettorale leghista. “Stanno già facendo calcoli assurdi, ho già visto un flash mob che vuole portare 6.000 persone in Piazza Maggiore per dire ‘no’ alla Lega: è una cosa assurda perché vuol dire no alla democrazia, perché se la Lega va a governare è perché qualcuno l’ha votata, per cui vuol dire che i cittadini hanno scelto un’idea di regione diversa da quella che c’è ora”.

      Lucia Borgonzoni commenta il flash mob contro Salvini

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.