Fiom-Cgil. Se n’è andato Bruno Papignani, ex segretario regionale

Bologna, 11 lug. – Se n’è andato Bruno Papignani, storico esponente del sindacato metalmeccanico Fiom-Cgil. È scomparso a 65 anni, dopo aver lottato contro una lunga malattia, affrontata “con lo stesso spirito con cui ha vissuto la sua lunghissima militanza sindacale, a viso aperto, con coraggio e senza infingimenti, chiamando le cose con il loro nome”. Con queste parole lo ha ricordato la Fiom nazionale, alla quale Papignani si iscrisse nel 1974 – all’epoca lavorava alla Menarini Autobus di Bologna – divenendone delegato nel 1977. Prima segretario provinciale, poi dell’Emilia-Romagna, Papignani ha lasciato il ruolo di segretario regionale il 9 maggio di quest’anno a causa della “fibrosi polmonare non gli permetteva più di svolgere il suo lavoro”, ha spiegato Fiom.

A succedergli era stato Samuele Lodi, che lo ricorda oggi per essere stato “un grande compagno e una grande persona che ha determinato una pagina importante della storia della Fiom”. Anche nelle parole di Michele Bulgarelli, segretario bolognese, il pensiero va al “compagno a cui chiedere consiglio”, senza il quale oggi scrive che non sarebbe qui.
“Se n’è andato un sindacalista, coraggioso e intraprendente. Un instancabile protagonista dei tavoli di salvaguardia per i lavoratori e le lavoratrici”, ha espresso così il cordoglio personale e cittadino il sindaco Virginio Merola. “In questa stagione di crisi aziendali – ha proseguito – perdiamo una persona perbene, sempre capace di pensare anche al bene comune. A nome dell’amministrazione comunale mi stringo ai familiari, alla Fiom e alla Cgil tutta, certo di interpretare il sentimento di una città che sa riconoscere il valore delle persone. A tutto questo aggiungo il mio dolore personale, di sindaco e di uomo”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.