Federico Fiumani: preso nel vortice

federico fiumani diaframma

Ci sono delle tradizioni che amiamo rispettare: una di queste è il concerto dei Diaframma a inizio anno, che per Maps vuol dire una bella chiacchierata con Federico Fiumani. Nel 2014 l’occasione si è presentata lo scorso venerdì 17 gennaio, quando abbiamo sentito il musicista al telefono prima del live tenuto al Locomotiv Club. L’intervista si è legata soprattutto all’ultimo disco, Preso nel vortice, dove il vortice del titolo è di certo quello in cui si trova Fiumani da un po’ di anni a questa parte. Un periodo di dischi e tour senza soluzione di continuità.

Con Federico, in particolare, abbiamo preso in esame alcune canzoni del disco, come “Ho fondato un gruppo”: “Un pezzo quasi didascalico, un vademecum“, ci ha detto il nostro ospite. Se molti brani sono incentrati sulle donne, o figure femminili (ma Fiumani ci ha assicurato che nel disco si riferisce a una donna solamente), nei testi si parla spesso di musica, con elenchi di band, tra cui i Television: “Vorrei andare a vederli a Milano, ma avrei bisogno di un posto VIP“, ha confessato il leader dei Diaframma, che, a quanto pare, ormai non può più andare ai concerti in pace, perché ci sono i fan che lo pressano. Vita da rockstar.

Nell’intervista scoprirete non solo aneddoti e curiosità riguardo ai temi e ai testi del disco, ma anche qualcosa in più sulle voci ospiti che si trovano in Preso nel vortice, con un’attenzione particolare al contributo, nella canzone succitata, di Max Collini degli Offlaga Disco Pax, talvolta ospite anche dei live della band.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.