Farinetti: “A Fico voglio portare un milione di pensionati”

Bologna, 23 mar. – Al nuovo Eataly world che aprirà in ottobre a Bologna “voglio portare un milione di pensionati: e’ il mio pallino”. Parola di Oscar Farinetti, che oggi a Roma ha presentato gli oltre 40 luoghi di ristoro tra bar, ristoranti, osterie e locali che saranno presenti nel grande parco agroalimentare di Fico. “Avremo 45 proposte di ristorazione diversa- spiega Farinetti- dallo street food al ristorante formale, da 20 a mille posti. Si potrà mangiare con cinque o con 150 euro”.

Per i primi tempi, prevede Farinetti, i ristoranti saranno pieni (“Si sceglierà dove andare in base alle sedie vuote”) “perche’ sarà una novità mondiale, ma per tenere alla lunga dovremo essere bravi noi a inventarci qualcosa”. Il patron di Eataly punta a portare a Fico “due milioni di turisti stranieri e due milioni di turisti italiani. Speriamo di azzeccare i numeri”. Ma non solo. “Il mio pallino e’ portare un milione di pensionati- spiega Farinetti- in Italia ne abbiamo 17 milioni, persone giovani, fantastiche, con una grande voglia di fare”. Insieme a loro, continua l’imprenditore, “vorrei mezzo milione di studenti, organizzati in gite scolastiche o con le famiglie, in particolare tra gli 8 e i 14 anni”.

Oscar Farinetti vuole portare a Bologna tutti i bambini d’Italia

Il parco non avrà biglietto d’ingresso, quindi “siamo fiduciosi che almeno un gelato e un panino i visitatori lo prenderanno”, sottolinea il direttore marketing Sebastiano Sardo. Prima dell’apertura ci sara’ una preview aperta ai media, nazionali e internazionali. “Abbiamo anche chiesto a Vespa di farci un plastico”, scherza il patron di Eataly. Oggi a Roma erano presenti anche ristoratori, chef e artigiani scelti per rappresentare la cucina italiana a Fico: saranno 16 i ristoranti, tra cui alcuni stellati, a cui si aggiungeranno osterie e trattorie tipiche regionali, chioschi di street food, bar, caffetterie e pasticcerie. Tutti utilizzeranno gli ingredienti in vendita nello stesso mercato del Caab e realizzati dalle 40 fabbriche che produrranno all’interno del parco. Fico si estende per otto ettari, di cui due di campi e stalle all’aria aperta e sei ettari coperti tra fabbriche, luoghi di ristoro, botteghe e negozi, aree dedicate allo sport e ai bimbi, sei aule didattiche, sei grandi ‘giostre’ interattive ed educative, teatro, cinema, libreria e un centro congressi fino a mille posti. Per scoprire e capire l’agricoltura italiana saranno organizzati anche 30 eventi e 50 corsi al giorno per adulti e bambini. “Sara’ un’idea vincente”, assicura il sottosegretario al Turismo, Dorina Bianchi (Dire).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.