Fallo protetto! Coop si lancia nel mercato dei profilattici e ne dona 30mila

fallo protetto coop
Bologna, 27 nov. – Una confezione da sei pezzi a tre euro, – 30% rispetto alle marche leader, per la versione “sottile” si scende fino a – 50%. Sono i profilattici “Fallo  protetto!” a marchio Coop. E’ la prima volta che un nome della grande distribuzione italiana prova un’operazione di questo tipo. Fino ad ora Coop si era avventurata nel settore dei medicinali a marchio e degli integratori. Ora arrivano anche i profilattici, e con loro una collaborazione con Lila, la Lega Italiana per la lotta contro l’Aids. Primo effetto della partnership: la distribuzione gratuita attraverso i presidi territoriali Lila di 30.000 profilattici Coop.

Per Domenico Brisigotti, direttore del Prodotto a Marchio Coop, “dare la possibilità ai soci e consumatori di acquistare il profilattico a marchio sia un modo per rispondere all’esigenza di vivere consapevolmente la propria sessualità oltre che tutelare la propria salute e che sia giusto nel contempo svolgere una attività di informazione e formazione, rivolta alle giovani generazioni ma non solo”.

A fianco di Coop nel lancio di “Falloprotetto” c’è Lila, che presenta i risultati di “Questionaids”, la ricerca svolta in collaborazione con l’Università di Bologna su un campione di 12.000 persone con la finalità di testare il grado di conoscenza dei rischi legati alle malattie sessualmente trasmissibili, i comportamenti più abituali e l’atteggiamento che prevale nei confronti delle persone che vivono con l’HIV. Il “Questionaids” ha anche l’obiettivo di svolgere una funzione educativa indicando i comportamenti corretti da adottare.

Per la presidente di Lila Onlus Alessandra Cerioli, dalla ricerca emerge una diffusa buona conoscenza di base sull’Hiv, anche se manca consapevolezza su “aspetti specifici diventati fondamentali negli ultimi dieci anni con il progredire delle conoscenze sul virus”, per esempio il Tasp (Treatement as prevention) e ai tre mesi di tempo, non più sei, per considerare definitivo l’esito del test.

L’Italia è all’ultimo posto in Europa nell’uso del profilattico e per questa ragione le donne sono particolarmente esposte al rischio di contrarre il virus.

Per alzare il livello di prevenzione e sensibilizzazione, dal 23 novembre al 7 dicembre è stata lanciata la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per il Progetto “Donna” con sms solidale al 45508.

Nicolò Moruzzi

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.