Errani. Ross@ scende in campo: “lista popolare per le regionali”

ross@Bologna, 9 lug. – Esulta per le dimissioni di Vasco Errani (“Errani si è dimesso. Era ora!”) e si propone per il nuovo corso in Regione. Ross@ Bologna, il soggetto politica fondato da Giorgio Cremaschi e balzata alle cronache cittadine per il blitz contro il Pd all’hotel I Portici durante la campagna per le europee, invita infatti in una nota la “cittadinanza, le lavoratrici e i lavoratori a partecipare al processo costituente per un soggetto politico autenticamente anticapitalista, a tutela ed affermazione dei diritti del lavoro e sociali, dei beni comuni oggi preda degli appetiti del grande capitale con la complicità del Pd”.

Nei pensieri degli attivisti c’è una “lista popolare per le regionali, che rimetta al centro la partecipazione politica delle classi popolari, i bisogni, i servizi, i beni comuni, senza i soliti inciuci per ”un posto al sole” con chi governa da padrone questa Regione”. Quanto ad Errani “non saremo noi a giudicare un fatto specifico che riguarda la magistratura con i suoi gradi di giudizio. Riteniamo però – affermano gli antagonisti- che la decisione presa da Errani, di dimettersi, ci sembra il minimo che si possa fare di fronte a una sentenza del Tribunale. Ci fa pertanto specie che tutto lo stato maggiore nazionale e locale del Pd abbia fatto quadrato attorno ad Errani per un suo ripensamento”. Peraltro Errani, “con i suoi tre mandati, rappresentava anche uno strapotere personale pari solo a quello di Formigoni in Lombardia: quello che ci dispiace e” che ancora una volta sia la magistratura a mandare a casa chi gestisce da vera cricca la cosa pubblica e non invece le lotte popolari”.

Abbiamo intervistato Tiziano Loreti di Ross@ Bologna:

      tiziano loreti lungo

Get the Flash Plugin to listen to music.