Emilia-Romagna, test rapidi in farmacia: già 10mila in un giorno


Bologna, 20 ott. – Già 10.000 test il primo giorno. Questa la stima delle farmacie emiliano-romagnole per i test sierologici agli studenti e alle loro famiglie.

Sono diventate circa 800, come informa Federfarma, le farmacie in cui è possibile svolgere i test. “Abbiamo registrato da subito un altissimo interesse da parte dei cittadini, che si recano in farmacia o chiamano per prenotare il test”, spiega Achille Gallina Toschi, presidente di Federfarma Emilia-Romagna. “Credo sia un segnale estremamente positivo e indice anche di un grande senso civico da parte delle persone. Stimiamo, al ribasso, che solo nella prima giornata saranno tra gli 8.000 e i 10.000 i test effettuati in regione, un numero destinato nei prossimi giorni e settimane a crescere, per due motivi: da un lato ci sono ancora farmacie che si stanno attrezzando per fornire il servizio, dall’altro perché, una volta rodato il meccanismo, pensiamo potrà aumentare il numero di test che ogni farmacia riesce a processare quotidianamente”.

Gallina Toschi ringrazia i vertici della Regione “per aver creduto nella capacità delle farmacie di essere un alleato imprescindibile in questa battaglia di prevenzione e controllo”. L’emergenza Covid 19 “ha mostrato in maniera evidente quanto importante sia la rete sul territorio delle farmacie e quale e quanto supporto la categoria possa dare ai cittadini, muovendosi in maniera concertata con le istituzioni e in logica di servizio. In regione abbiamo un modello virtuoso che ci auguriamo venga replicato in altri territori e che può crescere anche qui, ampliando ulteriormente il target. Abbiamo infatti molti cittadini che ci chiedono di poter effettuare il test, anche a pagamento”, conclude il presidente di Federfarma.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.