Emilia Romagna. L’industria torna a crescere grazie all’export

Bologna, 23 giu. – Per l’industria dell’Emilia Romagna la crisi rallenta. Nei primi tre mesi del 2014 produzione, fatturato e ordini per le imprese della manifattura in regione sono tornati a crescere, lievemente ma in controtendenza rispetto al trend negativo dei periodi precedenti. Questo è quello che emerge dall’indagine congiunturale di Unioncamere Emilia Romagna, Confindustria Emilia Romagna e Intesa San Paolo.

A spiccare è il dato dell’export, che ha registrato un +5,6% nel primo trimestre. La produzione è aumentata dello 0,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (in Italia la crescita è dello 0,8%), a fronte del calo del 2,7% dei dodici mesi precedenti. Una crescita che ha una debole ricaduta anche sull’occupazione: il primo trimestre si è chiuso con una crescita dello 0.5%.

Per il presidente di Unioncamere Emilia Romagna Maurizio Torreggiani “l’indagine conferma alcuni dati positivi, seppure ancora timidi e a macchia di leopardo sul territorio”. “Il numero delle imprese in sofferenza supera ancora abbondantemente quello delle aziende che iniziano a guardare con maggiore fiducia al futuro” dice Torreggiani che fa un appello “è necessario ancora con maggiore forza supportare le imprese con azioni mirate”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.