E’ morto il fisico Sergio Focardi, padre della “fusione fredda Ni-H”

Il Fisico Sergio Focardi - Professore Emerito Università di Bologna24 giu. – Sergio Focardi, 81 anni,  si è spento dopo una lunga malattia sabato scorso.

A darne per primo la notizia è stato Andrea Rossi, inventore dell”E-Cat”, (sviluppato proprio in collaborazione con Focardi),  sul suo blog Journal of  Nuclear Phisic:  “Abbiamo tutti perso uno dei più grandi scienziati nel campo della LENR. Per me è stato un grande alleato, ha contribuito enormemente al nostro lavoro e le certificazioni di sicurezza che stiamo ottenendo sono il frutto della sua consulenza nel corso degli ultimi 7 anni. Per me è stato anche un insegnante di fisica e matematica: in qualsiasi momento avevo bisogno del suo aiuto in questa materia,  per capire meglio la teoria dietro l’effetto della E-Cat.  Ha sempre lavorato con noi con atteggiamento totale, assoluto e disinteressato, pensando solo all’interesse della scienza.”

Sergio Focardi cominciò a studiare la “fusione fredda” negli anni ’90, assieme al fisico senese Francesco Piantelli che durante degli esperimenti aveva registrato anomale produzioni di calore. Dopo circa tre anni, i loro studi approdarono a significativi risultati permettendo la costruzione di un reattore Nichel-Idrogeno sufficientemente efficiente.  Il 20 febbraio 1994, in una conferenza stampa presso l’aula magna dell’Università di Siena, venne annunciata la messa a punto di un differente processo di produzione di energia per mezzo di Reazioni Nucleari a Bassa Energia (LENR), un processo profondamente  differente da quello fatto dai pionieri Fleischmann e Pons.

Preside fino al 1990 della facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali dell’Università di Bologna, era professore emerito di fisica dell’Alma Mater. Ha dedicato tutto il suo impegno scientifico agli studi sulla fusione fredda Nickel-Idrogeno.
Nel 2007 in quanto massima autorità in questi studi, viene coinvolto dall’imprenditore Andrea Rossi nello sviluppo dell’ “E-Cat”, l’energy catalizer, dispositivo che produrrebbe rilevanti quantità d’energia, sfruttabili industrialmente, partendo proprio da reazioni nucleari a bassa energia prodotte dall’interazione di atomi di Nickel e idrogeno.

L’E-Cat venne presentato per la prima volta da Rossi e Focardi a Bologna il 14 gennaio del 2011

Da allora l’evoluzione dell’E-Cat è stata costante, portando il suo inventore a costituire una società che intende produrre e commercializzare centrali della potenza di 1 Mw.  Focardi, già gravemente ammalato, non potrà tuttavia assistere all’eventuale definitivo affermarsi dell’invenzione che si basa sui suoi studi.
In questo video l’intervista esclusiva che il Professor Sergio Focardi concesse a Radio Città del Capo  presso gli uffici del dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna nell’aprile del 2011:

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.