Dura replica del Cassero: grave passo indietro che offende i gay

17 giu. – Non si è fatta attendere la reazione del mondo gay e lesbico alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco su è-tv e lanciate dalla agenzie: “Leggiamo con stupore le dichiarazioni del sindaco Merola rilasciate a E-tv e che promettono una distinzione delle coppie rispetto al vincolo matrimoniale nelle graduatorie comunali. Questa distinzione è in palese contraddizione con il più banale dei principi di uguaglianza: se il matrimonio è una condizione discriminatoria in Italia – in aperto contrasto con il Trattato di Lisbona- prenderla a parametro del welfare vuol dire cavalcare quella discriminazione e rendersene coautori assieme a questo indegno Parlamento. La direzione indicata da Merola quindi è un grave passo indietro rispetto alle norme approvate dalla Regione Emilia Romagna e  vagliate anche dalla Corte Costituzionale. Auspichiamo nel merito un tempestivo intervento del Consiglio Comunale”.

Ascolta il presidente del Cassero, Emiliano Zaino

Emiliano Zaino_sito

Quanto affermato oggi dal Sindaco a E’TV, smentisce quanto affermato dallo stesso Merola ai nostri microfoni durante la campagna sulle primarie:  “Si, la sposerei simbolicamente una coppia gay” aveva detto Merola nei nostri studi, aggiungendo comunque che non gli sembrava questo un punto determinante.  Ascolta Virginio Merola nei nostri studi: coppia-gay

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.