Diversamente Felici: scende in campo la Garrincha

GarrinchaTeam03_a

26 mar. – A due anni di distanza dal ”Garrincha Loves”, il festival più ”diversamente pop’’ d’Italia cambia formula. Gli artisti dell’etichetta bolognese rilanciano con uno spettacolo completamente inedito che li vedrà suonare tutti sullo stesso palco facendo vacillare il classico concetto di show a cui eravamo abituati. Gli artisti stessi reinterpreteranno canzoni, ne canteranno di altri artisti e giocheranno con la loro stessa musica. Uno show da pazzi? In realtà no, è solo un’altra idea di Garrincha Dischi per farvi vedere cosa può combinare di buono una “famiglia” di musicisti, quale è il roster di quest’etichetta. Dopo l’appuntamento a Milano, la squadra arriva in città domani, venerdì 27 marzo, quando al Locomotiv Club sfileranno Brace, Costa!, La rappresentante di lista, L’officina della camomilla, L’Orso, Lo Stato Sociale, Magellano e Sig. Solo.

Per saperne di più, abbiamo raggiunto al telefono qualche giorno fa Matteo Romagnoli, boss e “allenatore” di Garrincha: un appellativo che si attribuì lui stesso alla prima edizione del torneo di calcio delle etichette indipendenti Tutto Molto Bello, occasione in cui nacque la pagina dell’etichetta su Facebook. Il fenomeno Garrincha ormai è sulla bocca e negli impianti hi-fi di tutti: Romagnoli ci ha raccontato che la base di partenza è stata ‘un gruppo di persone amanti della musica, dato che non tutti sono musicisti nel senso canonico del termine. Abbiamo principalmente lo scopo di portare avanti la canzone d’autore pop, quella con la strofa e il ritornello, che magari ti ritrovi a canticchiare davanti a un falò, sotto la doccia o quando sei sbronzo in compagnia. Un pop più “sghembo” che cerca di raccontare qualcosa di nuovo nel modo meno snob possibile”.

La filosofia dietro questo “gruppo di amici” da cui è nata Garrincha è quella di promuovere la musica in italiano, sempre più rara e sostituita dall’inglese. “In questo modo siamo arrivati al pubblico in maniera più diretta, senza il pop da Sanremo. Abbiamo sempre parlato direttamente al pubblico anche se non sempre abbiamo avuto molta pubblicità o sostegno”. Dai primi Garrincha Loves ai festival organizzati oggi, queste occasioni live hanno fatto crescere il pubblico e creato nell’etichetta stessa quell’ambiente di familiarità che così tanto la contraddistingue. “Le collaborazioni sono nate molto facilmente all’interno del gruppo stesso di persone che lavoravano e facevano musica. Dopo Garrincha Loves volevamo andare oltre e creare un vero e proprio spettacolo che fosse non solo un concerto ma un insieme di esibizioni dove nessuno suona prima o dopo, tutti hanno la stessa importanza e nessuno suona le proprie canzoni’’. Per l’occasione sarà anche prodotta una raccolta che potete ascoltare qua sotto, dopo l’intervista, o acquistare venerdì.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.