Diritto di critica per il sindaco

27 ago. – I dirigenti scolastici hanno diritto di criticare il ministro Gelmini, così come ogni dipendente comunale ha diritto di criticare il sindaco. Questa la posizione del sindaco Flavio Delbono di fronte alla lettera del direttore dell’Ufficio regionale Scolastico, Marcello Limina, che definiva «disdicevoli» le critiche da parte di Daniela Turci, dirigente scolastica e consigliera comunale del Pd. Anche dalla consigliera Udc Cristina Marri è arrivato un sostanziale appoggio alla Turci: «Non è possibile negare il diritto di rappresentare i rischi reali e non strumentali conseguenti a decisioni governative, soprattutto se ricadono negativamente sulla persona e sulla famiglia».

Il caso è nato su segnalazione del coordinatore cittadino del Pdl Fabio Garagnani, sostenuto questa mattina dalle dichiarazioni di Lorenzo Tomassini, capogruppo in consiglio del Pdl, che vuole portare in aula al più presto la vicenda.

Domani mattina i dirigenti scolastici sono stati convocati a Palazzo d’Accursio dall’assessore Lembi per avere una fotografia della situazione degli organici nelle scuole cittadine. Il sindacato da tempo denuncia che i tagli imposti dalla riforma voluta dal ministro Gelmini ha abolito di fatto il tempo pieno e ha creato situazioni estremamente difficili, peggiorando la qualità della scuola pubblica.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.