“Dimissioni” per il leghista Rainieri. Le chiede il M5S e il Pd

Bologna 13 gen.- Dopo la condanna per diffamazione e discriminazione razziale, per il fotomontaggio su Facebook che mostrava l’ex ministro Cecile Kyenge trasformata in una scimmia, monta la richiesta di dimissioni per il leghista Fabio Rainieri, neo vice presidente dell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna. Oggi il M5S ha chiesto ufficialmente le sue dimissioni e presenterà una mozione di sfiducia in aula. Ma a chiedere di fare un passo indietro è anche il neo capogruppo del Pd Paolo Calvano, i democratici aspettano di vedere le mosse del leghista per decidere il da farsi.

ascolta Calvano nel nostro giornale radio locale

      calvano su rainieri

“Lui rimane vicepresidente” ha detto il capogruppo del carroccio Alan Fabbri che però ha preso le distanze dal gesto del collega: “Al di là del fatto che io non avrei mai pubblicato una foto di quel tipo, penso che questo sia il sistema Italia: si danno 15 mesi e 150 mila euro per un fatto del genere e magari uno che stupra una donna per strada rimane impunito” ha detto Fabbri.
E, sempre sul social network, si è fatto sentire il diretto interessato che ha escluso di essere razzista ma non è entrato nel merito dell’azione che ha compiuto: “A chi mi accusa di essere razzista rispondo che nella mia azienda ho un dipendente di origine extracomunitaria e di religione islamica perfettamente integrato con il quale lavoro benissimo”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.