Detroit, futurismo in bianco e nero


La geografia musicale di Detroit, per tutto il XX secolo è stata una commistione di musica bianca e nera, rispecchiando le influenze culturali maggioritarie nel contesto urbano. Dall’età del jazz a John Lee Hooker, dalla Motown alla techno passando per gli Stooges e gli MC5, tutti questi fenomeni erano legati a luoghi ben definiti come le sale da ballo poi trasformate in sale da concerto o i capannoni dismessi dell’industria automobilistica.

      Detroit in bianco e nero - Nomos

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.