Dead Can Dance: intervista esclusiva di Maps

DCD

Quando, nello scorso agosto, è uscito Anastasis, molti hanno gridato al miracolo: i Dead Can Dance erano tornati ed erano più in forma che mai. Al bellissimo album è seguito un tour e, recentemente, un disco dal vivo, In Concert. Insomma, per Lisa Gerrard e Brendan Perry è cominciata una nuova vita “in duo”, trent’anni dopo il debutto di una delle band più influenti e originali degli ultimi decenni e dopo diversi album solisti.

Proprio da Barcellona è ricominciato il tour dei Dead Can Dance che ha toccato Fiesole venerdì e, nei prossimi giorni, Roma e Padova: nel pomeriggio prima del live al Primavera Sound, Maps ha intervistato in esclusiva per l’Italia la band. I musicisti hanno parlato del periodo che stanno attraversando, di cosa vuol dire cercare vecchi filmati su YouTube, della differenza che c’è nel suonare in un festival e del rapporto decennale con il loro pubblico. Ecco l’intervista tradotta (grazie alla revisione di Emily Clancy) e doppiata (grazie alle voci di Federico Lacche e Silvia Martini). La trovate anche in versione originale. E qua c’è la versione scritta.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.