Ddl Pillon. Saraceno: “Pericoloso e vendicativo”

Le immagini della manifestazione contro il Ddl Pillon organizzata a Bologna lo scorso 29 settembre

Bologna, 7 nov. – Il disegno di legge Pillon è “molto pericoloso” e si basa “su un’idea di uguaglianza imposta ex post: un’idea vendicativa”. La sociologa e filosofa Chiara Saraceno – “selvaggia femminista”, dice di sé – si schiera nettamente contro il disegno di legge 735 in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità voluto dal senatore leghista Simone Pillon. Lei, che da sempre si occupa di studiare la famiglia e le questioni femminili, spiega come questo vada a colpire prima di tutto i figli, costretti “a dividersi equamente nelle due case parentali”, e le donne. “Pillon vuole evitare il pagamento dell’assegno di mantenimento familiare” applicando il principio del “mantenimento diretto”, quando però “la maggior parte delle donne con carichi familiari o non lavora affatto o lavora con un reddito inferiore a quello del marito”. La “visione di parità” espressa da Pillon si fermerebbe di fatto all’astrazione.

      Chiara Saraceno

Per questo la rete nazionale dei centri antiviolenza Dire, Donne in rete contro la violenza, ha lanciato una manifestazione per sabato 10 novembre per dire no al ddl Pillon. Ad aderire, realtà come Non una di meno, all’interno di un percorso di “agitazione permanente”, Maschile Plurale, Arci, Educare alle differenze, che hanno portato la mobilitazione in diverse città, tra le quali anche Bologna. L’appuntamento in città è “in Piazza Re Enzo dalle 15 alle 17.30 – anticipa Martina Ciccioli della Casa delle Donne e attivista Non una di meno – contro il ddl Pillon e contro tutti quelli che vorrebbero distruggere il diritto di famiglia”. Si configura come una proposta che “mette a rischio la vita dei centri antiviolenza e la possibilità per le donne di uscire da situazioni di maltrattamento”, spiega Ciccioli che opera proprio nel centro antiviolenza bolognese. Al termine delle “attività informative e orientative” di sabato, ci sarà anche una passeggiata femminista che dalle 17.30 porterà la marea ad attraversare via Indipendenza.

      Martina Ciccioli, Casa delle Donne e Non una di meno

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.